LAST MOMENTS
catch the wind
Missoni Donna Estate 2015: Backstage
I volti, i dettagli e i retroscena che hanno caratterizzato la sfilata Missoni Donna Estate 2015
 
Logomania
Shopper in canvas di cotone plastificato e stampato lettering.
 
Missoni Moments Visions

Jim Houser

Pattern, colori e sovrapposizioni nelle opere di Jim Houser in mostra a Milano

Jim Houser sceglie l’arte come forma di analisi anche in questa seconda personale alla galleria Patricia Armocida. Il percorso interiore si snoda attraverso una ventina di opere in una mostra dal nome emblematico: A position on a map, dove la catalogazione delle esperienze e delle emozioni dell’artista americano classe ’73,  prende forma in immagini e caratteri tipografici dal sapore terapeutico. Collegati da un sistema di mappatura dove a ogni tappa corrisponde un luogo, un affetto o un’emozione, domina la sovrapposizione di materiali e forme come in un passaggio tra momenti più complessi e altri più leggeri con una predominanza del colore azzurro. Un immaginario che parte dal pattern per muoversi tra migliaia di piccoli segni che portano l’osservatore a concentrarsi sui dettagli, proprio come nelle foto dell’ultima collezione Missoni Donna Autunno 2014, in cui il verde acqua crea la base per pattern e sfumature inaspettate. Un’associazione, quella tra Missoni e l’arte, che nasce sempre da presupposti lontani eppure così esteticamente vicini, come in occasione dell’inaugurazione di questa mostra di Jim Houser, a cui abbiamo fatto qualche domanda.

 

 

Che cos’è che ti attrae di più di un pattern? L’idea che le forme si moltiplichino creando una nuova struttura o la possibilità di espansione all’infinito?

 

Li trovo riposanti, da guardare in natura o da creare nel mio lavoro. Per me, dipingere ripetutamente queste fantasie è molto rilassante. Esco da me stesso, quasi una sorta di meditazione.

 

 

Una delle prime cose che si notano nel tuo lavoro sono i perfetti abbinamenti di colori. Quanto è importante per te questa fase e perché il blu e l’arancio sono predominanti?

 


Alla base della mia gamma cromatica ci sono i blu e i rossi, da cui derivano tutti gli altri colori. È l’elemento unificante di tutto quello che faccio. Il colore del mare, il colore del sangue. Due temi grandissimi.

 

 

Quanto ti piace quello che fai?

 

Mi piace moltissimo dipingere, per la maggior parte del tempo. Ma c’è anche una parte compulsiva, per cui se voglio fare una pausa mi sento a disagio. È molto raro che riesca a staccare completamente e a non lavorare per un lungo periodo, di solito coincide con una fase di depressione. In generale ho bisogno di continuare a fare.

 

 

Come scegli i materiali per i tuoi collage? Parti da un’idea o sei ispirato dai sentimenti?

 

Di solito impiego diverse settimane per realizzare i collage che sono molto pieni di testo e immagini.  Li dipingo su pezzettini di carta sciolti, una manciata al giorno. In generale l’argomento è quello a cui sto pensando quel giorno, filtrato attraverso una serie di piccole icone e poesie che hanno un significato per me. L’opera completa viene assemblata dopo, in base al colore e al soggetto.

 

 

Comments

Read
Write Your
Comment

There are 0 comments

*