LAST MOMENTS
missonettes
Il Questionario a ZigZag: Mia Moretti
Pericolosa, deliziosa, delicata: un ritratto della celebrity dj Mia Moretti
 
Fashion Talks
I brand nell’era digitale
Un panel alla conferenza DLDwomen14 che ha coinvolto anche Margherita Maccapani Missoni dipinge un ritratto affascinante del ruolo giocato dai media digitali nell'evoluzione della moda
 
Missoni Moments Stories

Il questionario a zigzag: Sophie Pera

La fashion editor di Town & Country tra strass e autoironia

Sophie Pera sa cosa vuol dire divertirsi. Dall’amore per gli strass e le parrucche alla necessità di non prendersi mai troppo sul serio, la fashion editor franco-americana di Town & Country ci ha raccontato un po’ di sé e di quello che pensa sullo stile, il colore e il concetto di coolness.

 

Cosa stai facendo in questo momento? (O meglio, cosa stavi facendo prima di iniziare a rispondere alle domande?)

 

Mi stavo preparando un doppio espresso con ghiaccio. È la mia bevanda preferita.

 

 

Colore: less is more o more is more?


Dipende! Di solito mi affido alle sensazioni. Ci sono giorni da pantaloni leopardati e giacca di strass rossi e altri in cui voglio indossare solo pantaloni di pelle nera e una maglietta bianca.

 

 

È sugli abiti vintage che si gioca la distinzione fra la vera fashionista e la fashion parvenue. Qual è la tua posizione sul vintage? Qual è il tuo metodo per trovare i pezzi migliori?


Adoro gli abiti vintage e spulciare mercatini e negozi che li vendono è una delle mie attività preferite. È sempre un’avventura, e niente può battere la sensazione di scoprire la meraviglia di un nuovo capo. Come per quasi tutto, agisco d’istinto e di solito riesco a individuare subito quello che mi interessa.

 

 

La parrucca platinata è fantastica. Dicci di più della parrucca platinata.

 

Ho sempre amato le parrucche. Capita spesso che ne indossi una per una serata fuori. Di questa, adoro il colore bianco perla.

 

 

Qual è l’ultima canzone che ti si è impigliata nel cervello anche se magari non ti piaceva granché?

 

Una vecchia canzone che mi piace molto, Goodbye Stranger dei Supertramp. Non riesco a togliermela dalla testa.

Nelle foto hai sempre un’aria tranquilla e alla mano, con una punta di allegria balorda. Quanto corrisponde al vero?

Che gusto c’è a prendersi sul serio?

Le tue icone di stile sono…


David Bowie per il suo stile androgino e impavido. Lauren Bacall perché insomma, era divina. Composta e forte abbastanza da essere accettata fra i ragazzi, ma anche incredibilmente femminile. E nessuno è più cool di Steve McQueen.

 

 

Dacci un consiglio di bellezza che per te funziona.

 

Ama te stessa e prenditi cura di te. E non uscire mai senza mascara.

 

 

Qual è il tuo capo d’abbigliamento preferito?


È una domanda a cui è impossibile rispondere, perché sono molti quelli a cui sono affezionata. Quello che per me conta più di tutti è un abito vintage di pizzo e strass che mia madre mi ha comprato da Didier Ludot a Parigi. È stato il mio primo capo importante ed è ancora una delle cose più belle che possiedo. Al momento sono ossessionata da una giacca vintage con strass rossi. Il ricamo è incrdibile ed è calda e luccicante.

 

 

 

Quando è stata la tua prima volta con Missoni, e cosa hai provato?

 

Da adolescente, avevo un favoloso, minuscolo bikini che adoravo. Vorrei averlo ancora. Sprizzava estate da ogni filo.

 

 

Calze: con o senza? Esci mai con le gambe nude fuori stagione?

 

Di solito preferisco le gambe nude.

 

 

Principessa o guerriera?


Guerriera, sempre.

 

 

 

Comments

Read
Write Your
Comment

There are 0 comments

*