LAST MOMENTS
ricette missoniche
VERDURE SALTATE IN PADELLA
Una ricetta genuina pensata per l’estate e per inaugurare la nuova collaborazione tra Zona Franca e Missoni: scopri gli ingredienti e tutti gli accessori per la tavola Missoni Home
 
Celebrity
Diana Rigg: da icona degli anni 70 al successo di Game of Thrones
Incontra l’Attrice Britannica da sempre innnamorata della Maison Missoni. Ora Diana Rigg, dopo una lunga carriera di trionfi, ha guadagnato moltissimo successo interpretando Olenna in Games of Thrones
 
Missoni Moments Visions

How the Universe Was Born

"Grosse Fatigue", short film di Camille Henrot, è un ipnotico lavoro di poesia e visione

Per ogni mostra importante, e ancor più per le grandi rassegne come le biennali, c’è sempre un’opera individuata a furor di critica come una brillante sintesi della visione curatoriale; un’opera più chiacchierata e apprezzata dal grande pubblico; e una premiata dalla giuria.

 

Nel caso dell’ultima Biennale di Venezia curata da Massimiliano Gioni, sembra che un unico lavoro abbia conquistato tutte queste categorie – un video di tredici minuti intitolato Grosse Fatigue della francese Camille Henrot, vincitrice del Leone d’Argento per l’artista giovane più promettente. Nato dalla partecipazione di Henrot al prestigioso programma di ricerca della Smithsonian Institution, il video è un affascinante racconto della storia della creazione dell’universo, dove una poesia recitata nello stile della “spoken word” degli anni Settanta accompagna una sequenza di scene che appaiono e si sovrappongono come finestre pop-up.

 

Con il suo approccio intuitivo applicato alla ricerca antropologica, e un ampio spettro di frammenti culturali tipici dell’era digitale, Grosse Fatigue è un esempio strabiliante di quella umana aspirazione alla conoscenza universale che era il perno concettuale della mostra. In un’intervista per la rivista Kaleidoscope, Gioni ha individuato in Henrot l’artista con cui ha avuto lo scambio più intenso durante la preparazione della Biennale, dunque l’annuncio della mostra personale dell’artista al New Museum di New York di cui è Associate Director, è stato accolto con poca sorpresa e grandi aspettative.

 

Nell’attesa, un nuovo ambizioso progetto di Camille intitolata The Pale Fox – composto da un display architettonico, oggetti trovati, disegni, sculture e immagini digitali – sarà presentato alla Chisenhale Gallery di Londra il prossimo 28 febbraio.

Comments

Read
Write Your
Comment

There are 0 comments

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti. Chiudendo il banner, scorrendo la pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più e per selezionare le tue preferenze consulta la nostra Cookie Policy.