LAST MOMENTS
#BOYFRIENDFIT
Sharing is caring!
I pezzi-base da prendere in prestito dal tuo fidanzato quest’estate
 
#PINKPUSSYHATS
Missoni sostiene The Circle Italia
I proventi della vendita dei “pink pussy hats” della sfilata Inverno Donna 2017 andranno all’organizzazione internazionale fondata da Annie Lennox.
 
Missoni Moments Stories

Anatomia di un fan di Missoni

Astro nascente della fotografia di moda, Alvaro Beamud Cortés è famoso per i suoi scatti sexy e audaci. Lo abbiamo convinto a concederci una breve intervista per scoprire di più sul suo lavoro, sulle sue passioni e sui suoi momenti memorabili con Missoni.

Astro nascente della fotografia di moda, Alvaro Beamud Cortés è famoso per i suoi scatti sexy e audaci che vengono pubblicati regolarmente su riviste patinate come Vogue España, GQ e Marie Claire Italia, per citarne solo alcune. Nato in Spagna, anche se ora vive tra Parigi e Milano, Alvaro è uno dei giovani fotografi più promettenti nel mondo della moda, ed è anche pazzo di Missoni. Lo abbiamo convinto a concederci una breve intervista per scoprire di più sul suo lavoro, sulle sue passioni e sui suoi momenti memorabili con Missoni.

 

Ok, prima di tutto, com’è possibile che un ragazzo così bello sia finito dietro l’obiettivo?

Grazie per il complimento! Mi sono sempre interessato di fotografia, fin da quando ero bambino, a Valencia. Mio padre portava sempre con sé una Leica e mia madre manteneva vivo il suo francese leggendo Vogue. L’arte e la cultura hanno sempre fatto parte della mia infanzia e i miei genitori mi hanno aiutato a scoprire questa mia passione, che un giorno sarebbe diventata la mia professione.

 

Qual è stato il primo pezzo di Missoni che hai ricevuto?

In genere non mi affeziono ai vestiti, ma per Missoni ho sempre avuto una debolezza. Ho vestito Missoni nei momenti più importanti della mia vita. Quando avevo 13 anni, mio padre mi regalò una sciarpa Missoni comprata a Roma che io ho indossato durante tutta l’adolescenza, un periodo molto turbolento.

 

Il migliore momento con Missoni?

Quando ho finito i miei studi di fotografia ho conosciuto Roger Salas, critico di danza per El País e grande fan di Missoni. Questo incontro ha intensificato la mia passione per la danza, per Missoni e per i punti di contatto fra questi due mondi. Lo ricordo come se fosse ieri: quando ho deciso di lasciare la Spagna e di trasferirmi in Italia, ero a casa sua a Madrid, ho aperto il suo armadio ed era pieno di capi Missoni. Mi sono subito accorto che i colori e le fantasie erano le stesse della sciarpa che mio padre mi aveva regalato, e che ancora ho.

Vivendo in Spagna a quell’età non conoscevo bene Missoni. Quando mi sono trasferito in Italia ho iniziato a vedere i vostri capi su tantissime riviste di moda e ho deciso che prima o poi anch’io avrei avuto un guardaroba firmato Missoni.

 

Chi o che cosa ti piace fotografare?

Quello che mi piace di più è riuscire a far sentire belle le persone. Per lo più faccio ritratti della mia famiglia e di amici – dei mie fratelli o anche di estranei – e mi piace scoprire le loro qualità, i loro difetti e anche i loro punti deboli.

 

Parlaci della foto che hai fatto: dov’eri e cosa stavi facendo?

Ero a casa, appena uscito dalla doccia. Devo dire che quando ho iniziato a fare le foto, ho pensato: è l’incarico più difficile che io abbia mai ricevuto! Prima di tutto perché non mi piace vedermi nelle foto e quando lavoro sono sempre accompagnato da hair stylist e truccatrici professioniste. Per me, spostare un capello anche solo di un millimetro fa molta differenza! Stavo impazzendo perché non potevo vedere la fotografia che stavo facendo. Mi sembrava tutto sbagliato, ma le cose che io pensavo non andassero bene, alla fine, hanno funzionato alla perfezione.

 

Scopri di più su Alvaro: @alvarobeamud

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti. Chiudendo il banner, scorrendo la pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più e per selezionare le tue preferenze consulta la nostra Cookie Policy.