LAST MOMENTS
Cappotto donna
 
missonettes
Il Questionario a ZigZag: Rachel Roy
Abbiamo incontrato la fashion designer Rachel Roy nella sua casa di Los Angeles per parlare di moda e di impegno civile
 
Missoni Moments Visions

Modi di vedere

Pensando a Missoni, per associazione si pensa subito a tessuto, colore, pattern; allo spirito gioioso e caldo con cui si incontrano la tradizione manifatturiera e il pastiche estetico del viaggiatore seriale.

 

Dalle collezioni, queste idee e queste atmosfere si intrufolano nelle ispirazioni, e viceversa; e così scorrendo, ad esempio, la pagina Tumblr della maison, si ha accesso a un mondo di aneddoti, riferimenti e collaborazioni cuciti insieme in una visione organica.

 

Non fanno eccezione gli appunti visivi della recente visita tra la Mostra Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, attualmente in corso fino al 24 Novembre, e l’ultima edizione di Art Basel. Opportunamente, a proposito di colore, il primo lavoro che incontriamo è di Jessica Stockholder, influente artista americana nota per assemblare oggetti comuni in sculture e installazioni dai colori brillanti; seguono le figure antropomorfe del giovane Aaron Curry, ottenute con serigrafia su legno dalle cromie psichedeliche.

 

Spostando l’accento sulla diversità, le installazioni Ladies Dormitory di Ai Weiwei, creata in origine per ospitare mille cittadini cinesi in occasione di Documenta12, e Campo de Color dell’artista boliviana Sonia Falcone, un paesaggio caleidoscopico di vasi di terracotta colmi di spezie, raccontano la passione per l’esotico e un ampio spettro di contaminazioni culturali.

 

E infine sul fronte autobiografico tanto caro all’azienda, diverse sono le immagini dedicate al progetto speciale organizzato appena fuori dai Giardini veneziani dal Museum of Everything, la bizzarra istituzione londinese dedicata agli artisti “autodidatti, sconosciuti, per caso” che fu anche la location della campagna PE 2011 scattata da Juergen Teller.

 

Ancora una volta, viaggio dal brand alla cultura visiva e ritorno, sempre in cerca di nuove ispirazioni. “Moments” fa parte di questo viaggio, e questa rubrica sull’arte contemporanea è una fermata fissa.