LAST MOMENTS
Mantellina Bimba
 
missonettes
The ZigZag Questionnaire: Azza Yousif
Una chiacchierata con la fashion editor di Vogue Hommes International su street style, diversità nella moda e l'evoluzione dello stile maschile
 
Missoni Moments Stories

Il Questionario a ZigZag: Mia Moretti

Pericolosa, deliziosa, delicata: un ritratto della celebrity dj Mia Moretti

La deejay di New York Mia Moretti non permette ai musoni di rovinarle il divertimento. Amante della moda, della musica e dei rossetti vivaci, ha un gusto che passa dal soul al pop all’indie rock: l’abbiamo sottoposta al nostro Questionario a ZigZag per scoprire come ha trovato la sua vocazione e qual è il suo segreto per incendiare la pista da ballo.

 

Qual è l’ultima canzone che hai ascoltato? (Nel senso di: ascoltato davvero, non sentita per caso in metropolitana o in un negozio)

No One’s Gonna Miss You di Margot, ce l’ho in loop in testa da una settimana.


Quando e come hai deciso che volevi diventare una deejay?

Ero prima di tutto una fan, poi cercare e collezionare dischi è diventato un hobby, poi sono diventata una selector, il mio compito era solo quello di mettere i dischi che mi piacevano nelle lounge e nelle lobby degli hotel. Alla fine, quando mi sono trasferita a New York circa 7 anni fa, ho cominciato a prenderla più sul serio come professione e ho cominciato a cercarmi ingaggi e occasioni per mixare musica e organizzare feste.

 

C’è una canzone nel tuo set che fa sempre ballare la gente?

Be’, dipende da chi c’è, ma Pata Pata di Miriam Makeba è una delle mie preferite.

 

Hai cinque minuti per fare la valigia e partire per un viaggio oltreoceano. Cosa ti porti sempre, cosa ti dimentichi sempre?

Crema solare, body, caftano, occhiali da sole, clutch, scarpe con plateau, rossetto rosso. Mi dimentico sempre delle belle scarpe piatte!

 

Qual è la tua strategia quando ti capita un pubblico che proprio non si muove?

Non cado nella loro trappola. Se balla anche una persona sola è meglio che nessuna, e a volte quella persona devi essere tu.

 

Tre aggettivi per descrivere il tuo stile personale.

Pericoloso, Delizioso, Delicato.

 

Che cosa ti attira in Missoni?

È classico, ma non dimentica mai di divertirsi. È una cosa molto importante per un DJ!

 

 

In questo periodo sembra che un successo pop su due sia un pezzo EDM. Siamo arrivati alla saturazione da EDM?

Probabile! Appena un genere diventa pop, significa che è in declino. La gente che ha capitanato il movimento electro si è ora spostata sulla minimal o la deep house.

 

Quando c’è una persona famosa a un tuo set, ti incanti a suonare per loro o sei abbastanza distaccata da ignorare la loro reazione alla musica che metti?

A ogni set c’è sempre qualcuno che spicca, che sia un tizio particolarmente sbronzo, un promoter un po’ troppo ambizioso o una celebrità in vena di celebrazioni. È sempre meglio seguire il ritmo del resto della sala. Se noto che la persona che spicca sta influenzando gli altri magari posso provare a seguire i suoi gusti, ma se è uno che sta col broncio in un angolo vado avanti senza lasciarmi influenzare.

Comments

Read
Write Your
Comment

There are 0 comments

*